Testamento solidale

Testamento solidale

Un testamento solidale è una scelta che ti permette di contribuire a cambiare il mondo, anche dopo la vita.

Cosa puoi lasciare

Fare un lascito solidale non vuol dire necessariamente donare l’intero patrimonio. Puoi decidere di lasciare anche solo una parte dei tuoi beni:
• una somma di denaro, azioni, titoli d’investimento;
• un bene mobile, come un’opera d’arte, un gioiello o anche un arredo;
• un bene immobile, come un appartamento;
• una tua polizza, indicando la/le onlus che hai scelto come beneficiaria/e.

Attenzione: affinché il tuo lascito sia valido, devi indicare chiaramente l’organizzazione beneficiaria.

Come fare testamento

Puoi fare testamento in qualsiasi momento. Puoi scegliere se scriverlo di tuo pugno, testamento olografo, farlo redigere da un notaio alla presenza di testimoni, testamento pubblico, o consegnare in deposito al notaio un testamento in busta chiusa, testamento segreto. Ognuno di questi testamenti produce effetto solo al momento dell’apertura della successione e ha lo stesso valore. Puoi modificare il tuo testamento, annullarlo o sostituirlo in qualsiasi momento.

Perché fare testamento?

In questo modo il testatore ha la certezza che la propria volontà sia rispettata e che i beni vengano attribuiti come da lui indicato. Chi può essere beneficiario di un lascito? Qualsiasi persona fisica o giuridica, incluse le organizzazioni non profit. Ogni beneficiario va indicato con chiarezza e precisione affinché sia individuato in modo inequivocabile. L’eredità devoluta a organizzazioni non profit è soggetta ad imposte? No, non è soggetta ad alcuna imposta. È possibile fare testamento disponendo solo di parte dei propri beni? Sì, i beni individuati nel testamento andranno ai soggetti indicati con chiarezza e precisione dal testatore.

È possibile modificare il proprio testamento?

Sì, il testamento può essere modificato o revocato in ogni momento e più volte dal testatore. Quando è nullo un testamento? Quando manca la firma o la data; quando non è interamente scritto di proprio pugno dal testatore (olografo); quando la disposizione a favore di soggetti è indicata in modo generico, tale cioè che non possano essere identificati; quando contiene disposizioni illecite, limitatamente a queste. Cosa succede se il testatore non ha eredi? Nel caso in cui non vi siano parenti entro il sesto grado e in mancanza di disposizioni testamentarie, l’eredità si devolve a favore dello Stato.